Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Elezioni

 
 

 
 
 
 
 Home  Elezioni » ProVotE 2008 » Il progetto » Prima fase
Prima fase
  • Obiettivi della prima fase di ProVotE (2004-2006):


    • verificare “preliminarmente” l’impatto sociale dell’introduzione di procedure di elezione informatizzata

    • proporre un sistema di voto e scrutinio elettronico condiviso dai cittadini-elettori e che non incida negativamente sulla partecipazione al voto

    • individuare le strategie di comunicazione e i percorsi formativi per le varie fasi

    • costruire un “prototipo” da sperimentarealle elezioni comunali 2005 e 2006, al fine di raccogliere elementi per definire e implementare il nuovo sistema di voto e di scrutinio elettronici

    Risultati

    Le sperimentazioni svolte  in occasione delle elezioni comunali in maggio e novembre 2005 e nel maggio 2006 hanno coinvolto 8 comuni e 20 seggi elettorali e circa 13.500 elettori trentini che hanno provato il sistema di voto elettronico.

    Le sperimentazioni, autorizzate dall’art. 63 della legge regionale 7/2004, hanno voluto testare l’intero ciclo di votazione: espressione elettronica del voto, scrutinio elettronico, trasmissione informatica dei dati all’ufficio elettorale competente, ripartizione dei seggi ed individuazione degli eletti, diffusione dei dati via internet.

    Dal novembre 2005 Ŕ stata avviata inoltre la sperimentazione della procedura informatica di registrazione degli elettori che si presentano al seggio per votare.

    I risultati emersi dalle sperimentazioni hanno dimostrato che larga parte della popolazione trentina possiede competenze tecniche sufficienti per affrontare l’introduzione del modo elettronico di espressione del voto, ma anche l’esistenza di difficoltÓ per alcune fasce di elettori verso le quali sarÓ necessario aumentare lo sforzo formativo e informativo.

    La corrispondenza tra gli esiti del voto elettronico e quelli del voto cartaceo, la notevole riduzione dei tempi relativi alla fase dello scrutinio e del computo dei voti nonchÚ l’inesistenza di voti contestati e quindi di possibili divergenti interpretazioni dei voti espressi sono anch’essi elementi positivi emersi e dei quali tener conto.

     
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy